casi clinici

FERITE DA PROCESSIONARIA - Applicazione PEG (alimentazione parenterale)

Il caso di Alex

Alex durante una passeggiata in campagna si è imbattuto in una processionaria , un insetto ricoperto di peli urticanti. 

 

Che cos’è? 

La processionaria è un insetto ricoperto di peli urticanti e risulta molto pericolosa in particolare nei confronti di cavalli e cani, i quali, brucando l’erba o annusando il terreno, possono inavvertitamente ingerire i suoi peli.

Sintomi: I sintomi che un cane presenta sono spesso gravi.

Il primo è l’improvvisa e intensa salivazione, provocata dal violento processo infiammatorio principalmente a carico della bocca ed in forma meno grave dell’esofago e dello stomaco. Il fenomeno non accenna per niente a diminuire, anzi con il passare dei minuti, soprattutto la lingua, a seguito dell’infiammazione acuta, subisce un ingrossamento patologico a volte raggiungendo dimensioni spaventose, tali da soffocare l’animale.

I peli urticanti del bruco della processionaria, entrando in contatto con la lingua, causano una distruzione del tessuto cellulare: il danno può essere talmente grave da provocare processi di necrosi con la conseguente perdita di porzioni di lingua. 

 

Com’è stato trattato?

Date le grave lesioni Alex era incapace di alimentarsi autonomamente.

Parte della porzione anteriore della lingua presentava processi necretoci in atto pertanto è stata applicata una PEG (Gastrostomia Endoscopica Percutanea).

La PEG è una sonda per alimentazione è che consente l'introduzione di materiale alimentare direttamente nello stomaco Questo tipo di nutrizione si rende necessaria nei pazienti che non sono in grado di nutrirsi autonomamente per bocca, in seguito a disturbi neurologici e/o disturbi fisici nel tratto digestivo superiore.

La procedura di posizionamento è eseguita in sede endoscopica è estremamente rapida e mininvasiva.

Se ci sono indicazioni cliniche specifiche, la sonda può essere mantenuta anche per diverse settimane generalmente senza complicazioni consentendo così al proprietario di gestire la PEG anche a casa.

Questo tecnica mininvasiva ha consentito di accelerare processi riparativi a carico della lingua e di garantire ad Alex il suo sostentamento.

Dopo circa 15gg Alex ha iniziato ad assumere piccole quantità di cibo per via orale, con il suo proprietario ha addirittura imparato a bere da una fonte d’acqua.

PROLASSO DELLA GHIANDOLA DELLA TERZA PALPEBRA (CHERRY EYE OCCHIO A CILIEGIA)
Cosa è? La terza palpebra (o “nictitante”) è localizzata nell'angolo interno dell'occhio, sotto la palpebra inferiore, ed è presente nella maggior parte degli animali domestici. Sulla sua superficie interna si trova la ghiandola della terza palpebra, che contribuisce per il 30-60% alla produzione della frazione liquida delle lacrime (il resto è prodotto dalla ghiandola lacrimale principale). Tale ghiandola è normalmente nascosta dietro la terza palpebra, tenuta in posizione da un piccolo legamento, la cui lassità si pensa sia la causa del prolasso della ghiandola.

BAOS - Sindrome Brachicefalica
SINDROME BRACHICEFALICA. La sindrome brachicefalica o sindrome ostruttiva delle vie aeree superiori (BAOS) è una condizione patologica che interessa prevalentemente i cani brachicefali e i gatti a muso corto. Le razze canine più colpite sono: Carlino, Bull Dog Inglese, Boule Dogue Francese, Boston Terrier, Pechinese, Cavalier King Charles, Shar-pei e Shih Tzu. Le razze colpite dalla BAOS sono state selezionate negli anni privilegiando l’aspetto estetico rispetto a quello funzionale. Attualmente, secondo il nostro parere, tutti i cani appartenenti alle razze sopra elencate sono da considerare “presumibilmente malati”, ed è un atteggiamento pericoloso e superficiale considerare il respiro rumoroso, l’affaticabiilità, il russamento e la sincope come condizioni “normali” o addirittura “ ironicamente folcloristiche” nei cani appartenenti a queste razze. Il compito del veterinario è evidenziare e definire se e in che forma i pazienti siano affetti dalla BAOS.

 

Pillole di Dermatologia: DERMATOFITOSI o MICOSI
Che cos’è? La micosi è un’infezione della pelle e del pelo, sostenuta da alcuni funghi ed è una zoonosi, ovvero una patologia trasmissibile dagli animali infetti all’uomo. Il contagio avviene per contatto diretto con un animale o tramite materiale contaminato da un soggetto infetto, come indumenti, cucce, attrezzi per la toelettatura, pettini, coperte, trasportini, etc. Le spore presenti su un soggetto malato, su materiale contaminato o nell’ambiente sono molto resistenti, e possono causare infezione sino a più di un anno dopo la loro produzione.

 

SACCULITE: Infiammazione ghiandole perianali
Le ghiandole perianali si trovano lateralmente all’ano del cane, sotto la coda. Producono un secreto che serve a lubrificare le feci e come deposito di feromoni che il cane utilizza poi per marcare il territorio. In condizioni normali le ghiandole perianali si svuotano ad ogni passaggio delle feci, per cui un transito intestinale regolare contribuisce a mantenerle attive e pulite. Può accadere però che le ghiandole non riescano a svuotarsi completamente, il liquido che producono si accumula al loro interno, provocando un’infiammazione. L'infiammazione si può manifestare in animali di qualsiasi età, sesso e razza. E' però più frequente in cani di taglia piccola e toy, e rara nei gatti. 

 

DERMATITE ALLERGICA DA PULCI
La dermatite allergica da pulci (DAP) è una ipersensibilità al morso della pulce i cui sintomi si manifestano pur non essendoci una grave...

PILLOLE DI DERMATOLGIA: OTITE
Con il termine di otite esterna si definisce un processo infiammatorio che interessa il padiglione auricolare e/o il condotto uditivo esterno; è una patologia molto comune nel cane, meno nel gatto ed è di pertinenza del Medico Veterinario Dermatologo. 


PILLOLE DERMATOLOGIA: Dermatite Atopica
DERMATITE ATOPICA

CASO DERMATOLOGIA: Alopecia X

Alopecia X

NEWSLETTER
Ospedale Veterinario Santa Fara
via Generale Nicola Bellomo, 91bis
70124 BARI
tel +39 080/5046965
fax +39 080/5046965
p.iva 06483660723

eMail: info@ospedaleveterinariosantafara.it


sviluppo web logovia
Segnalato da dogsitter.it